La cosa più importante tra le cose meno importanti

Cos’è veramente importante?

Ve lo sarete chiesti almeno una volta.

Se è domenica e siamo seduti a tavola, con la televisione e la pasta al forno, la prima cosa importante che mi viene in mente è che “manca la Coca-Cola”.
Poi però penso che sto mangiando lontano da casa, la Coca-Cola ce l’ho, una bottiglia intera, ci bevo una settimana, ma la sto bevendo da solo e la Coca-Cola non è più importante.
E le canzoni? Avete mai notato come diventano belle quando ti parlano di qualcuno? Ogni nota salta e si aggrappa a quella successiva, che la prende per mano per lanciarsi a sua volta e a sua volta formare qualcosa che in modo molto riduttivo chiamiamo “melodia”. Una sola parola per uno spettacolo del genere. Una sola!

Momenti. Non esistono cose importanti e cose meno importanti. Sono solo momenti. L’attimo prima conti qualcosa, quello dopo non sei più nessuno. Hai mezzo millesimo di secondo per sentirti qualcuno. E ancora si parla di prendere prima la mira, guardare prima a destra e sinistra, mettere la cintura di sicurezza.

Penso che la felicità ormai risieda nelle cose più insignificanti. La partita di calcio del martedì. La Juventus che ha speso 95milioni per Higuain, la pizza coi crocchè e quella roba che studio all’Università e che mi fa creare altre robe sui computer. Trovo tutto meravigliosamente insignificante e piacevole. Io ho provato, ve lo giuro, a fare le cose per bene, ma ogni volta che faccio un passo in avanti scende in terra il Dio di turno che mi appallottola e mi usa per giocare a fare canestro nel cestino. E vi dirò, non sono all’altezza neanche come pallina di carta perchè peso 88kg e se Dio, Allah, Buddha o Kobe Bryant che sia sbaglia la mira, faccio un buco nella parete che viene giù tutto il paradiso.

Quindi esco e aspetto fino al prossimo impegno poco importante che avrò da portare a termine. Credetemi, riesco a fare cose meravigliose quando non ci metto l’impegno. Perchè impegnarsi è una cosa che devono fare quelli che non riescono a fare niente se non restano concentrati. Io se mi distraggo rendo il doppio. Il triplo. Una volta distraendomi mi sono addirittura innamorato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *