Il cucchiaio non esiste

278

 

“La disumanità del computer sta nel fatto che, una volta programmato e messo in funzione, si comporta in maniera perfettamente onesta.”

Isaac Asimov

Adoro quello che faccio per mantenermi. E’ la cosa più coerente che esiste al mondo.
Adoro quello che faccio perchè non ci sarà mai motivo di prendermela per il cattivo lavoro di qualcun’altro.
Sarà sempre e solo colpa mia se qualcosa andrà storto. Nessuna scusa, nessun fattore esterno.
Otterrai semplicemente quello che sei capace di ottenere.
E per avere quello che non hai dovrai soltanto fare quello che non hai mai fatto prima.
Oggi qualcuno mi ha detto “Quando punti il dito contro qualcuno, ricorda che altre 3 dita puntano verso di te“.

I computer sono totalmente onesti. Ogni loro azione è mossa da una motivazione ben precisa. Non capiterà mai nulla per caso.
Io, infatti, odio le casualità.
Se dico che “a = 5”, allora “a” varrà esattamente 5.
Non 4,9 e neanche 5,1.
Il controllo è tutto e, a differenza delle casualità, io amo il controllo.

A volte mi chiedo se non sia questo il motivo di tutto. Quello che mi fa alzare la mattina, andare all’Università, andare a lavoro, imparare linguaggi strani e indecifrabili, passare le notti su un codice.
Non lo so più neanche io. Ma ho bisogno di uno spazio dove sono io a dettare le leggi perchè quello che vedo fuori davvero non mi piace.
Anzi, l’unica legge che percepisco è quella che ti spinge fuori strada ogni volta che tenti di andare dritto.
E una cosa che vuole farti fuori può significare soltanto due cose: la prima, quella scontata, è che vuole farti fuori per davvero. La seconda, più riflessiva, è che sta cercando di suggerirti qualcosa. Che magari il percorso non è quello giusto, che bisogna cambiare, che non è vero niente.
Proprio come accade in Matrix, nella scena in cui il bambino piega il cucchiaio con la forza della mente.
Perchè, si sa, cercare di piegare il cucchiaio è impossibile.
L’unica cosa possibile è tentare di giungere alla verità. E la verità è soltanto una: che il cucchiaio non esiste.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *